Anonim

Di per sé, le emorroidi possono essere sia una malattia indipendente che un sintomo di vari problemi nel retto. I medici prescrivono varie procedure per studiare appieno le condizioni dell'organo. Uno di questi è la colonscopia. Ad oggi, il metodo è il più efficace nel determinare con precisione la diagnosi. Questo articolo prenderà in considerazione in quali casi è nominato, se è possibile fare una colonscopia per le emorroidi. Vi diremo anche quali sono le controindicazioni e come vengono eseguite.

Qual è questa procedura, qual è il suo scopo?

Per la colonscopia, il medico valuta le condizioni del retto usando un endoscopio, che viene inserito attraverso l'ano. Il tubo è abbastanza elastico, durante la procedura è esclusa la possibilità di lesioni. Sull'endoscopio c'è una microcamera, con il suo aiuto è possibile vedere immediatamente sullo schermo lo stato del retto e la presenza di deviazioni (si può anche vedere nel record). Oltre alla procedura, viene eseguita un'ulteriore analisi del muco o di un'area danneggiata per un esame completo.

Quando le emorroidi eseguono la colonscopia nei seguenti casi:

  1. Per chiarire la diagnosi.
  2. Per determinare la presenza di cellule tumorali.
  3. Prima dell'intervento chirurgico, per chiarire l'esatta area della chirurgia.
  4. Per determinare la profondità della diffusione delle emorroidi nel retto.
  5. Per il campionamento per analisi.
  6. Per fermare il sanguinamento nel retto.

Con l'aiuto di una colonscopia, puoi essere sicuro al 99% che la diagnosi sia corretta e che sia prescritto un ulteriore trattamento.

testimonianza

In molti pazienti, c'è spesso il dubbio che si possa fare la colonscopia per le emorroidi, specialmente quando la malattia è nella fase acuta. La procedura non è cancellata anche con questa forma della malattia. La sfumatura di una colonscopia in questo caso è l'uso di antidolorifici.

Indicazioni dirette per la procedura:

  1. Disagio e dolore addominale.
  2. Nelle feci c'è sangue o scarico purulento.
  3. Dolore, prurito e bruciore nell'ano.
  4. Quando ci sono problemi con la defecazione (lunga stitichezza) e sospetta ostruzione nel retto.
  5. Non ci sono feci normali, la diarrea è sostituita dalla stitichezza.
  6. Perdita di peso improvvisa e drammatica.
  7. Se sospetti la malattia di Crohn.
  8. Se c'è una predisposizione al cancro del retto e si sono verificati i primi sintomi della malattia.
  9. È impossibile aumentare il livello di ferro, nonostante le diverse modalità di trattamento.
  10. Per raccogliere analisi dal retto.
  11. Per chiarire la posizione del tumore o del sanguinamento prima dell'intervento chirurgico.
  12. Sensazioni spiacevoli e anche dolorose nella regione ombelicale.
  13. Se l'emorragia è piccola, è possibile interromperla cauterizzando la nave durante la diagnosi.

A volte una colonscopia per le emorroidi può essere assegnata a un paziente non immediatamente, ma solo se non è possibile stabilire la causa della malattia con altri metodi, ad esempio l'ecografia o la tomografia. Naturalmente, se il materiale non è richiesto per l'analisi. Ma ci sono ragioni per cui la procedura può essere controindicata.

Controindicazioni

Ora parliamo se è possibile fare una colonscopia per le emorroidi, se il paziente ha altre malattie. Come con qualsiasi altro metodo di intervento nel corpo, questo tipo di ricerca ha anche dei limiti. Quali sono le controindicazioni:

  1. La presenza di una malattia infettiva in un paziente.
  2. In caso di avvelenamento del corpo con tossine (alimenti o sostanze chimiche).
  3. Disturbi del cuore e dei polmoni.
  4. La presenza di un'ernia nella regione ombelicale o in inguinale. Alto rischio di pizzicare il tessuto muscolare.
  5. Quando ci sono problemi con la coagulazione del sangue.
  6. La fase acuta della malattia del tratto gastrointestinale.
  7. Nell'ano ci sono delle crepe piuttosto profonde.
  8. Il processo infiammatorio nel retto o nella zona anale.
  9. È impossibile eseguire la procedura per le donne incinte.
  10. Quando il disturbo è gravemente infiammato ed è accompagnato da forti emorragie.
  11. Nel periodo postoperatorio dopo la rimozione delle emorroidi.
  12. Se sospetti appendicite o peritonite.
  13. Quando ci sono crisi epilettiche.
  14. Con disturbi mentali
  15. Esaurimento nervoso e fisico.

Se ci sono chiare controindicazioni per la colonscopia, il medico può suggerire altri metodi per l'esame del retto.

Quali sono i vantaggi della procedura?

Molte persone sono imbarazzate da questa procedura, anche se rispetto ad altre ha diversi vantaggi:

  1. Con la colonscopia, grazie a una potente lampadina e una videocamera, è possibile valutare visivamente le condizioni del retto. E anche visualizzare il record per assicurarsi che tutto è stato rivelato durante il processo di ispezione. La malattia può essere rilevata anche nella fase iniziale.
  2. Spesso i pazienti sono preoccupati se sia possibile eseguire una colonscopia per le emorroidi, perché c'è un alto rischio di lesioni alla mucosa. Questa opinione è sbagliata. La procedura è completamente sicura. Insieme all'endoscopio, l'aria viene fornita al retto in modo che il tubo passi liberamente lungo il passaggio. Se c'è una leggera infiammazione, allora l'ano può essere anestetizzato con unguenti.
  3. Durante la colonscopia, i piccoli vasi che causano il sanguinamento possono essere cauterizzati e possono essere eseguiti test per le cellule tumorali e l'infezione.
  4. Dopo la procedura, la persona non ha bisogno di rimanere in ospedale, puoi immediatamente andare a casa. La degenza del paziente in ospedale può essere prolungata se è stata utilizzata l'anestesia generale o è stata utilizzata la moxibustione. Questo viene fatto per un'ulteriore osservazione del paziente dopo la procedura.
  5. Breve durata della diagnosi. Non ci vogliono più di 30 minuti.
  6. Stabilire la corretta diagnosi dopo colonscopia è del 99, 9%.

Pertanto, se il medico, valutando la situazione, con le indicazioni e le limitazioni disponibili, prescrive una colonscopia, allora è meglio non rifiutarlo. Il processo di diagnosi richiederà meno tempo e il trattamento verrà assegnato più velocemente.

Qual è la preparazione necessaria per la procedura?

La procedura stessa provoca disagio in una persona sia fisicamente che moralmente. Pertanto, il medico prescrive in anticipo l'intera tecnica di colonscopia con il paziente, preparando in tal modo il paziente. A volte può essere somministrata un'anestesia generale o locale.

Prima della colonscopia, il medico annuncia al paziente che tipo di preparazione è necessaria. Se non segui le raccomandazioni in questo caso, la procedura sarà inutile o non fornirà un quadro completo della malattia. Questo stadio consiste nel seguire la dieta e pulire l'intestino.

Nutrizione prima della procedura

Tutti i prodotti che possono causare gonfiore e aumento della formazione di gas sono esclusi dal menu:

  • frutta e verdura con un alto contenuto di fibre alimentari (mele, datteri, albicocche, cavoli, ravanelli, carote e così via);
  • fagioli, fagioli, piselli;
  • kvas e prodotti a base di pane a base di farina di segale;
  • bevande gassate e prodotti lattiero-caseari;
  • noci (qualsiasi), semi e funghi.

Una volta terminata la colonscopia delle emorroidi, puoi mangiare solo carne magra e pesce durante il periodo di preparazione. Tutti i prodotti di farina devono essere preparati senza lievito. Tutto il cibo dovrebbe essere facilmente digerito dallo stomaco. L'ultimo giorno prima della colonscopia sono vietati cibo e bevande rosse. Questo perché possono essere confusi nel sangue con il retto. La dieta richiede da quattro a cinque giorni.

Pulizia del retto prima della procedura

La colonscopia per le emorroidi interne viene eseguita solo dopo la pulizia del retto. Per questa sera due clisteri sono fatti con una pausa di 2-3 ore, la terza - al mattino. Se le procedure vengono eseguite correttamente, durante i movimenti intestinali uscirà solo acqua. La quantità di clisteri dovrebbe essere in media di 1, 5 litri.

A volte il medico prescrive "Fortrans". Questi sono casi in cui ci sono controindicazioni per clisteri. Il farmaco è in polvere, ha un forte effetto lassativo. È usato la sera prima della procedura. Le regole di ammissione sono specificate nelle istruzioni. Si consiglia di utilizzare un lassativo alla volta. Ma può essere diviso in due parti. Quindi il secondo è ubriaco non più tardi di tre ore prima della procedura.

Come viene eseguita una colonscopia?

Per diagnosticare risultati più accurati, è auspicabile eseguire la procedura al mattino. È effettuato nell'ospedale. Il paziente si trasforma in vestiti speciali e giace sul lato sinistro, le ginocchia piegate. Se necessario, l'ano viene anestetizzato e trattato con un disinfettante.

Il tubo viene inserito nell'ano con un movimento circolare (come se fosse attorcigliato). Il passaggio del fibrocolonoscopio nel retto facilita l'iniezione di aria. Ciò può causare disagio e disagio. Se il dolore si verifica, allora è necessario parlare con il medico. Quindi la quantità di aria verrà ridotta e potrebbe essere necessario modificare la posizione.

Alla fine della colonscopia, l'aria viene anche rimossa dall'intestino insieme al tubo. L'anestesia può essere raccomandata per una procedura migliore. Quando applicato, il retto si trova in uno stato rilassato, il che facilita il processo di diagnosi.

Se sia possibile eseguire una colonscopia per emorroidi sanguinanti dipende da quanto grave si manifesta la patologia, da cosa lo ha causato e se esiste un processo infiammatorio.

Sentimenti dopo la procedura

Dopo la procedura, ci può essere disagio nel retto, ma dura per diverse ore. Il medico ti consiglierà di sdraiarti sullo stomaco in modo che l'aria residua possa fuoriuscire. A volte i pazienti chiedono: "Dopo una colonscopia con emorroidi, puoi prendere farmaci per alleviare la condizione?". Di solito, i medici raccomandano carbone attivo. Questo strumento riduce il gonfiore e la flatulenza. Se ci sono stati interventi nella colonscopia, come la cauterizzazione delle emorragie, potrebbe essere necessario astenersi dal mangiare per qualche tempo.

Quali possono essere gli effetti collaterali?

Anche se la procedura non è pericolosa, dopo può avere diversi effetti collaterali:

  1. Leggero disagio nell'ano.
  2. Possibile aria residua nel retto.
  3. Se ci fosse una rimozione di neoplasie, allora il dolore potrebbe rimanere, che apparirà dopo la dimissione dall'anestesia.
  4. Il mal di testa può anche essere il risultato dell'azione dei farmaci.
  5. A volte possibile: nausea con vomito e feci molli. Questo è il più delle volte il risultato di una preparazione inadeguata per la procedura con clisteri o farmaci.
  6. Raramente, ma c'è un aumento della temperatura corporea e l'ingresso nell'infezione intestinale.
  7. Se il dottore è un principiante e non ha inserito correttamente la sonda, è possibile un leggero danno alla mucosa rettale con sanguinamento. Quando si verifica un tale effetto collaterale, è necessario tornare in ospedale, e preferibilmente in un altro medico.

Pertanto, se hai bisogno di una colonscopia per le emorroidi, ovviamente, è compito del paziente decidere. Se viene scelto a favore della procedura, allora è necessario garantire le qualifiche del medico. Con una corretta diagnosi, è possibile determinare immediatamente lo stato del retto, la causa dello sviluppo delle emorroidi, per escludere la presenza di cancro in un paziente.

conclusione

Così abbiamo trovato la risposta alla domanda eccitante: "È possibile fare una colonscopia per le emorroidi?". La procedura sarà efficace con una preparazione adeguata per questo. È anche importante obbedire al medico mentre sta subendo una colonscopia, per non trascurare il consiglio. Questo approccio elimina il rischio di lesioni alla mucosa e alle pareti del retto. E se ci sono dubbi sul fatto che la colonscopia sia eseguita per le emorroidi, specialmente se è gravemente emorragica e causa dolore insopportabile, allora il medico deciderà sulle controindicazioni. A volte questo metodo è l'unico modo per risolvere un problema.